Un salto di qualità nell’ultimo rapporto Arpab sulle deposizioni atmosferiche nei pressi della Sider di Potenza. Chiaramente l’Arpab riporta per fine 2017, senza tentennamenti o formule criptiche, che le deposizioni atmosferiche di piombo in C.da Bucaletto e Betlemme a Potenza sono superiori a quelle rilevate presso l’inceneritore Fenice di Melfi e che i valori medi più elevati si riscontrano sottovento rispetto l’impianto.

la Sider di Potenza – 2017

Nelle due contrade potentine anche lo zinco si deposita con valori superiori a quelli dell’acciaieria di Cogne (Aosta) presa come termine di paragone e superano anche Fenice, idem per ferro e manganese giudicati “caratterizzanti” per i processi produttivi dell’acciaio. Valori superiori a Fenice anche per le deposizioni di nichel e cromo. Arpab precisa che il tutto è al di sotto della normativa europea, ma non dice il resto: dall’effetto sinergico degli inquinanti fino al loro bioaccumulo nella catena alimentare della zona,  il tutto grazie ad una UE che in realtà sulla qualità dell’aria non fa quello che dovrebbe e sulle deposizioni atmosferiche a differenza di quello che scrive Arpab, non esiste una normativa in senso stretto ma semplici linee guida.

 

Giorgio Santoriello

Di Giorgio Santoriello

Laureato in Lettere, attivista amante della Basilicata ma poco dei lucani.