scarico Tecnoparco - luglio 2016

Il pericoloso gioco dell’amministrazione Verri

Sono uscite le analisi svolte dal Comune di Pisticci sullo scarico di Tecnoparco, in merito alle quali ci pare doveroso osservare:

lo scarico di Tecnoparco a Pisticci, gli escavatori lavorano per ripulire il canale ed il terreno si ammassa sui bordi - luglio2016
lo scarico di Tecnoparco a Pisticci, gli escavatori lavorano per ripulire il canale ed il terreno si ammassa sui bordi – luglio 2016
  • per dare credibilità alle analisi serve innanzitutto un vero fattore sorpresa e purtroppo non vi è alcuna evidenza in tal senso, anzi pubblica è la notizia di una pulizia delle vasche effettuata da Tecnoparco prima delle analisi ma anche su questo non vi è prova oggettiva;
  • a prescindere dall’accreditamento del campionamento è fondamentale circostanziare la ricerca e capire cosa cercare, infatti in tal senso alleghiamo le analisi chimiche che ENI svolge sui reflui a Viggiano che come vedrete hanno circa il triplo delle sostanze ricercate dal Comune di Pisticci. Ci meraviglia come con un assessore-tecnico della caratura di De Angelis, esperto di attività industriali e petrolifere, abbia commissionato analisi così deficitarie, tra l’altro ripetendo l’errore due volte;
  • occorre ricerca la radioattività negli scarichi come già fatto da Arpab due anni fa;
  • occorre individuare il momento giusto per il campionamento, infatti chi rassicura il cittadino della qualità degli scarichi notturni per esempio? Chi conosce l’esatto ciclo e tempistica della catena di smaltimento dentro Tecnoparco? A tal proposito ricordiamo all’amministrazione Verri che l’Avv. Somma aveva preso anni fa l’impegno ad installare un campionatore automatico allo scarico, strumento dei cui esiti non si ha contezza pubblica;

Questi referti rischiano di riabilitare l’immagine di chi ha contribuito all’esaurimento della sostenibilità ambientale, screditando il lavoro di chi invece i problemi li individua e li denuncia. Purtroppo queste dinamiche portano acqua al mulino di chi vuole che Tecnoparco continui a trattare reflui in barba a tutti gli impatti esistenti. La linea politica della giunta Verri continua ad esserci oscura: speriamo vivamente sia solo inesperienza.

Di Giorgio Santoriello

Laureato in Lettere, attivista amante della Basilicata ma poco dei lucani.